Smartphone e PC si uniscono in Samsung Dex

Pensare di poter fondere due schermi tecnologici in uno unico da gestire comodamente, senza sentire il peso di un portatile sulle spalle, sarebbe un lusso non da poco. La comodità consisterebbe nel non essere obbligati a trasportare con se il proprio Notebook in ogni occasione, in quanto lo smartphone fungerebbe da ambiente desktop tramite le periferiche necessarie a realizzare tutto questo.

Da alcuni anni Samsung offre questo ambiente  “a portata di mano”, la Samsung Dex, all’interno delle proprie linee di gamma, ossia la serie S e la serie Note dandone la definizione di una interfaccia per un utilizzo lavorativo, multimediale e anche di gaming, collegando lo schermo allo smartphone tramite cavo. La Samsung Dex di Android è, dunque, capace di creare un’esperienza “da PC” attraverso lo Smartphone Galaxy che, tramite un cavo USB-C o HDMI, si potrà collegare a uno schermo qualsiasi. Gli smartphone compatibili con la piattaforma Dex sono i seguenti: S8/S8+, Note 8, S9/S9+, Note 9, Tab S4, S10e, S10, S10+.

Mostrando una forte sensibilità per l’utente che si sposta continuamente per lavoro, l’industria sudcoreana ha pensato bene di rendere più semplici questi tour, alleggerendo il carico e dimostrando di adottare soluzioni “a misura di utente”. Inoltre, per quanto riguarda la riproduzione dei filmati è possibile utilizzare lo smartphone come secondo schermo in contemporanea al compito che stiamo svolgendo nel monitor principale. Bisogna però ricordare che se si vuole utilizzare la Dex, si deve avere la disponibilità di mouse, tastiera, monitor e cavi.

Sicuramente non è tutto oro quello che luccica, nel senso che la valutazione della piattaforma descritta comprende sia aspetti positivi, sia negativi. Un fattore negativo sarà, per esempio, il fatto che la carica della batteria non durerebbe all’infinito e il fatto che si rimarrà vincolati dalle periferiche hardware da collegare per poter usufruire in maniera ottimale della Dex. Come per tutto, la fase di ottimizzazione del sistema ha bisogno di tempo e siamo sicuri che la Samsung si farà venire qualche idea per rendere il servizio ancor più superiore.

RECUPERO DATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *