Molti utenti sottovalutano la pratica del Backup dei dati

Secondo una recente ricerca di Kingston Technology, la pratica del Backup dei dati è ancora appannaggio di pochi e sembra che vengano sottovalutati i vantaggi che ne deriverebbero. Basti sapere che nel mondo, ogni minuto vengono persi o rubati 113 cellulari al giorno: questo dovrebbe bastare per sensibilizzare gli utenti alla salvaguardia della sicurezza e di dati che sarebbero difficilmente recuperabili, in quanto un Centro di recupero dati, come il Centro Recupero Dati Roma, ha bisogno di agire sui dispositivi per recuperare i dati. Sempre secondo la ricerca della Kingston, la metà degli intervistati afferma di avere poca dimestichezza nella pratica del Backup rischiando di commettere errori senza averne coscienza: si avvia il salvataggio, ma senza capire se si è giunti correttamente alla destinazione finale.

C’è una classifica per ordine di importanza quando si parla di salvataggio di dati: Foto e video per il 61%, credenziali e password per il 17%, documenti per il 14% e contatti per l’8%. Tuttavia, la maggioranza degli utenti intervistati ha dichiarato di fare occasionalmente il Backup dei dati e di aver perso almeno una volta i dati dal dispositivo. Per dare idea della preoccupante questione, il 13% del campione intervistato ha confermato di non avere nessuna conoscenza riguardo il significato di backup. È importante porre attenzione sull’argomento proposto, perché prevenire è sempre meglio che curare. Bisogna anche considerare il fatto che i dispositivi elettronici, prima o poi si usurano e possono dirci addio senza preavviso: è qui che entra in campo il Centro Recupero Dati Roma, il quale dispone di tutti gli strumenti necessari a garantire una speranza positiva a chi, accidentalmente, si ritrova ad aver perso dati importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *