HiddenWasp: la novità Malware che attacca Linux

Nel tempo i sistemi operativisono stati oggetto di una notevole ottimizzazionedal punto di vista software e hardware. La Microsoft in ambito software ha implementato diversi miglioramenti al defender, l’utility anti-malware di Windows, essendo quest’ultimo da sempre bersaglio di numerosi virus. 

Con Linux, (Molto usato in tutti i centri recupero dati) invece, ci si sente in una botte di ferro in quanto gli attacchi mirati a questo sistema sono pochi o addirittura nulli. Ma il campo dell’informatica, essendo in continua evoluzione, si traduce anche in progettazione di software malevoli indirizzati a quei sistemi considerati inacessibili.

La minaccia di attacco ai sistemi operativi è sempre dietro l’angolo, a dimostrare quanto “la sicurezza” rappresenti spesso l’anello debole della catena . Non che ci si debba allarmare troppo, ma è bene averne la piena consapevolezza. In questi giorni, infatti, si parla molto di HiddenWasp: un malware progettato contro Linuxe caratterizzato dalla capacità di aggirarecon maestria i software di sicurezza. HiddenWasp è formato da uno script di installazione del malware, da un trojan e un rootkit; l’unione di queste tre componenti permette di aprire una backdoor sui sistemi infettati, in modo da creare un varco per accedere al controllo totale sul computer sul quale il malware ha puntato il dito.

Non sono ancora stati scoperti tutti i dettagli, ma sappiamo che agisce attraverso la creazione di un nuovo account utente sui sistemi attaccati con l’obiettivo di permanere nel PCanche nel momento in cui dovesse essere individuato ed eliminato.

Un tema, questo, che fa riflettere e produce un coro che fa appello ad una maggior sicurezza. Non certo da trascurare, se si vuol evitare l’incombente minaccia-virus.

RECUPERO DATI HARD DISK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *